L'allarme carenza medici: parla Giovanni Leoni

È rimbalzato ieri sulla stampa nazionale e locale il grido d'allarme per la carenza di medici. Le aziende sanitarie, pur avendo le risorse per assumerli, non riescono a trovare gli specialisti. Come spiegato dal direttore generale Giuseppe Dal Ben, nell'Ulss 3 Serenissima mancano 128 camici bianchi, 46 infermieri, e 53 operatori socio sanitari. Tra i medici le figura più difficili da trovare sono i medici del Pronto soccorso, gli anestesisti rianimatori, i pediatri, gli oncologi, gli psichiatri e i chirurghi. Intervistato da La Nuova Venezia, oggi venerdì 1 febbraio 2019, sul tema interviene il presidente dell'OMCeO veneziano e segretario di Cimo Veneto Giovanni Leoni. «Come nei romanzi gialli - dice con una punta di sarcasmo - mi chiedo: chi è il colpevole? I sindacati segnalano da tempo la situazione...» e spiega come la soluzione-tampone dei medici a chiamata possa danneggiare la qualità del servizio erogato. Grazie al giornalista Matteo Riberto per l'attenzione ai problemi della categoria.

In allegato il pdf dell'articolo

Allegati: 
AllegatoDimensione
CarenzaMedici_LeoniLaNuova01.02.2019.pdf181.66 KB
Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 424 volte