Lungodegenze, la preoccupazione del presidente Leoni

Gli ospedali di Venezia e Chioggia resteranno presidi di primo livello: il presidente dell'OMCeO veneziano e segretario di Cimo Veneto Giovanni Leoni soddisfatto per la riconosciuta specificità delle due strutture. Ma in un'intervista rilasciata oggi, giovedì 16 maggio, al quotidiano La Nuova Venezia esprime anche preoccupazione per il futuro delle lungodegenze, che saranno sostituite da strutture intermedie. Grazie al giornalista Matteo Riberto per l'attenzione ai problemi della categoria.

In allegato il pdf dell'articolo e di un altro articolo dello stesso quotidiano sulla polemica legata ai posti letto dell'Ulss 3 Serenissima.

Allegati: 
Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 208 volte