Certificato medico di gravidanza: invio telematico

Telematizzazione del certificato medico di gravidanza o di interruzione di gravidanza

La circolare 82 dell’INPS del 04.05.2017 (in allegato) sancisce che l’invio telematico dei certificati di gravidanza o di interruzione di gravidanza è previsto per i medici del Servizio Sanitario Nazionale e per quelli convenzionati, secondo quanto disposto dal Codice dell’Amministrazione Digitale (D.Lgs 179 del 26.8.16).

All’interno del portale dell’INPS già utilizzato dai medici certificatori si trova un’applicazione idonea all’invio dei suddetti certificati. Per accedervi il medico userà le credenziali già in suo possesso, ovvero il PIN CODE che adopera quando redige un certificato telematico per richiesta invalidità civile.

All’indirizzo www.inps.it il portale ci mostrerà il tasto Entra in MyINPS

 

 

 

 

cliccato il quale ci verrà richiesto il ns codice fiscale e il PIN di cui sopra

 

 

 

 

 

 

 

 

Tramite il motore di ricerca interno al portale dell’INPS, utile per ricercare certificato di gravidanza

 

 

 

 

si perverrà così alla pagina intitolata SERVIZI ONLINE

 

 

 

 

 

 

 

Qui, per procedere alla formulazione del certificato di gravidanza o di interruzione di gravidanza bisognerà cliccare su Acquisizione Certificato e così si aprirà la pagina  

 

 

 

 

 

 

nella quale digiteremo il codice fiscale della paziente e cliccheremo RICERCA

 

 

 

 

 

 

 

Si aprirà così una schermata nella quale ci verrà chiesto di biffare la casella corrispondente a “Visto ed accertato lo stato di gravidanza” e quindi finalmente cliccheremo sul tasto CERTIFICATO DI GRAVIDANZA.

La trasmissione telematica del certificato di gravidanza comporta obbligatoriamente l’inserimento da parte del medico di: generalità della lavoratrice, settimana di gestazione alla data della visita e data presunta del parto.

La redazione del certificato di interruzione della gravidanza necessita di: generalità della lavoratrice, settimana di gestazione alla data della visita, data presunta del parto e data di interruzione della gravidanza.

Dalla data (4.5.17) di pubblicazione di codesta circolare 82 dell’INPS è previsto un periodo transitorio di tre mesi - quindi fino al 3.8.17 - durante il quale il medico potrà ancora praticare il rilascio cartaceo dei certificati di gravidanza e di interruzione di gravidanza.

Segreteria OMCeO Provincia di Venezia

Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Notizie medici
Pagina visitata 1518 volte