Decreto Sicurezza. Anelli (Fnomceo): Per i medici imprescindibile curare tutti

Decreto Sicurezza. Anelli (Fnomceo): Per i medici imprescindibile curare tutti "Ci appelliamo ai ministri della Salute e dell'Interno perché emanino direttive che chiariscano come contemperare le legittime esigenze di sicurezza dei cittadini con il dettato costituzionale e del Codice deontologico che ci impongono di curare tutti".

Così il presidente della Fnomceo Filippo Anelli, in un appello rivolto al Ministro dell'Interno Matteo Salvini e al Ministro della Salute Giulia Grillo in riferimento al nuovo Decreto Sicurezza.

Pur senza prescindere dall'applicazione delle leggi dello Stato, afferma Anelli, i medici non possono non garantire la "tutela dei diritti inviolabili dell'uomo, sanciti dall'articolo 2 della Costituzione, tra i quali quello alla salute individuale e collettiva di cui all'articolo 32". Il codice deontologico, prosegue il presidente, "impone al medico come missione, prima ancora che come dovere, quella di andare verso il prossimo, curando i fragili, gli ultimi, gli emarginati, e di restituire loro, attraverso la cura, dignità".

In mancanza di indicazioni precise da parte del Governo, secondo la Fnomceo si rischia l'instaurarsi di percorsi di cura illegali e la mancanza di adeguate misure di prevenzione e terapia di malattie infettive, mettendo così a rischio la salute dell'intera popolazione.

Amministratore
Categoria News: 
Notizie medici
Pagina visitata 183 volte