Festa della Salute. Su "L'Incontro" una riflessione del presidente Leoni

Si celebra domani, martedì 21 novembre, a Venezia la Festa della Salute, una delle più amate dai cittadini. Il settimanale L'Incontro, pubblicato dalla Fondazione Carpinetum, dedica proprio a questo grande evento della tradizione popolare un approfondimento nel numero di questa settimana. All'interno, oltre alle riflessioni e agli spunti spirituali, ampio spazio ai professionisti della sanità con gli articoli scritti da Giovanni Leoni, presidente dell'OMceO veneziano, oltre che da Giuseppe Dal Ben, direttore generale dell'Ulss 3 Serenissima, e da Luigino Schiavon, presidente del Collegio provinciale degli Infermieri.

«La salute - scrive il presidente Leoni - è un bene essenziale, un diritto fondamentale dell’individuo, come recita l’articolo 32 della Costituzione. Cure gratuite e accessibili devono essere garantite a chiunque: ricco o povero, uomo o donna, vecchio o bambino, italiano o straniero. Un tema così caro a noi veneziani da celebrare una festa ad hoc, una delle più sentite in laguna, per ringraziare la Madonna di averci liberato nel 1630 dalla peste. E a baluardo della salute di tutti si erge anche l’Ordine veneziano dei Medici Chirurghi e Odontoiatri che ho l’onore di guidare da tre anni. Un ente che è, certo, di garanzia per i propri iscritti, ma che è e vuole essere anche e soprattutto uno strumento di salvaguardia della salute pubblica. Un’istituzione sempre più aperta alla città, in dialogo con le altre realtà sanitarie e sociali del territorio.

Proprio in questa direzione, allora, vanno le tante iniziative organizzate in questi ultimi anni. Penso, ad esempio, alla stretta sinergia con il Comune di Venezia e con le aziende sanitarie del territorio, Ulss 3 e Ulss 4, e alle collaborazioni con gli altri ordini professionali. Ma penso soprattutto all’ormai tradizionale incontro in piazza di Venezia in Salute, alle battaglie contro i no vax e contro le bufale che dilagano in rete, alle serate informative e di sensibilizzazione a favore dei vaccini, ai piccoli e agili vademecum pubblicati, agli incontri solidali, organizzati dagli odontoiatri e dal loro presidente Giuliano Nicolin, come l’ultimo, quest’anno, sulla legge Dopo di noi.

Unico l’obiettivo: far capire ai cittadini che i primi responsabili della loro salute sono proprio loro, informarli correttamente per renderli più consapevoli. Una sensibilità necessaria anche per rafforzare sempre più quell’alleanza terapeutica, quel patto di fiducia che lega medico e paziente, indispensabile per noi, per fare bene il nostro lavoro, e per loro, per essere curati al meglio. Non è e non può essere il dr. Google a dare le risposte. Cari cittadini, non dubitate: l’Ordine c’è. Medici, chirurghi e odontoiatri sono al vostro fianco». 

In allegato il pdf del settimanale

Allegati: 
AllegatoDimensione
Incontro 26.11.2017-1_13417.pdf5.28 MB
Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Notizie medici
Pagina visitata 192 volte