Il futuro veneto della sanità: le domande di Scassola al presidente Zaia

Le anticipazioni di stampa sul futuro piano sociosanitario regionale suscitano più di qualche perplessità in Maurizio Scassola, medico di famiglia e vicepresidente dell'OMCeO veneziano, nonché nello scorso triennio vicepresidente della Federazione nazionale degli Ordini (FNOMCeO), che prende carta e penna e scrive al quotidiano locale Il Gazzettino (articolo pubblicato domenica 13 maggio 2018, in allegato). Dopo aver rivendicato l'orgoglio di appartenenza a una Regione innovativa proprio sul fronte della sanità, Scassola definisce i medici "sempre più preoccupati, increduli e disorientati" e chiede al Governatore Luca Zaia di schierarsi dalla loro parte. «Non si può separare con l'accetta - scrive - ciò che è sociale da ciò che è sanitario. Questo nostro Veneto non ha bisogno di scimmiottare modelli esteri per dare risposte di salute alla nostra gente».

Allegati: 
AllegatoDimensione
PianoVenetoScassola_Gazzettino13.05.2018.pdf202.92 KB
Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 373 volte