Violenza contro gli Operatori Sanitari: la FNOMCeO fa il punto a Venezia

Al convegno nazionale del primo febbraio anche il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri

Sarà presentato a Venezia il trailer del Docufilm “Notturno”, fortemente voluto dalla Federazione nazionale degli Ordini dei Medici – FNOMCeO per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle violenze contro gli operatori sanitari. Sarà dedicato infatti proprio a questa tematica il Convegno nazionale che, organizzato dalla FNOMCeO e dall’Ordine territoriale, si svolgerà nella città lagunare - e precisamente presso la Scuola Grande di San Marco, Ospedale SS. Giovanni e Paolo - sabato 1° febbraio.

“Notturno racconta la solitudine e l’inquietudine dei medici durante un turno di notte; medici resi vulnerabili dalle condizioni in cui operano e abbandonati in balia dell’insicurezza e della paura di essere aggrediti – spiega Giovanni Leoni, Vicepresidente della FNOMCeO e presidente dell’Ordine dei Medici di Venezia -. Una condizione di tensione continua, che inficia la serenità e mina la relazione con i pazientiE poi, se e quando la violenza accade davvero, è uno choc che segna per la vita, e influisce sulla sfera personale e professionale”.

Molti gli ospiti d’eccezione, a cominciare dal Viceministro della Salute il Senatore Pierpaolo Sileri, che illustrerà gli interventi messi in atto. Sulla procedibilità d’ufficio per i reati compiuti contro gli operatori sanitari si focalizzerà Adelchi D’Ippolito, Procuratore della Repubblica Vicario di Venezia. A Filippo Anelli, presidente FNOMCeO, il compito di aprire i lavori, di portare la voce della Federazione e, nel pomeriggio, di presentare il trailer.

Diverse e di spessore anche le testimonianze dirette: da quelle del presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli, Silvestro Scotti, e del Direttore generale della Asl1 partenopea, Ciro Verdoliva, che racconteranno la situazione drammatica negli Ospedali e sul territorio, a quelle di Enrico Cilberto, Presidente dell’Ordine di Crotone e Nuccia Calindro, Dirigente medico all’Ospedale della città, il San Giovanni di Dio, recentemente aggredita. Un fenomeno, quello delle violenze contro gli operatori sanitari, che i dati indicano come più diffuso al Sud ma che non risparmia nessuna parte dell’Italia: per il Veneto, racconteranno le loro storie i medici Giovanni Bergantin e Tiziana Mattiazzi, che sono anche tra i protagonisti del Docufilm “Notturno”. A portare e commentare gli ultimi dati Inail sulle aggressioni sarà poi Domenico Della Porta, Presidente Osservatorio Nazionale Malattie Occupazionali e Ambientali dell’Università di Salerno.

Particolarmente significativa la presenza di Antonio Gaudioso, Segretario Generale di Cittadinanzattiva.

“Per debellare il fenomeno della violenza, occorre un netto cambiamento di rotta a livello culturale – afferma Anelli -.  Va ricostruito il patto di fiducia tra medici e cittadini, che è imprescindibile per l’alleanza terapeuticaSono dunque necessari interventi di tipo divulgativo e comunicativo verso la popolazione, perché si riporti in Sanità il rapporto paziente-personale assistenziale a una corretta e produttiva forma collaborativa e a un giusto livello di tolleranza, che deve contraddistinguere una società civile, nel rispetto dei diritti di entrambi”.

Moderatori d’eccezione, tutti i componenti dell’Esecutivo FNOMCeO – oltre ad Anelli e a Leoni, anche il Segretario Roberto Monaco, il Tesoriere Gianluigi D’Agostino e il Presidente nazionale Commissione Albo Odontoiatri, Raffaele Iandolo -, insieme al presidentee dell’Omceo di Roma, Antonio Magi, a quello della Federazione regionale degli Ordini del Veneto, Francesco Noce, al Presidente OMCeO Parma Pierantonio Muzzetto, al Vicepresidente OMCEeO Venezia Maurizio Scassola, al Direttore del Dipartimento Chirurgico Ospedale SS. Giovanni e Paolo di Venezia Aulss 3 Serenissima  Roberto Merenda.

La locandina, e ulteriori dettagli, sul sito dell’Omceo Venezia, a questo LINK.

Info
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 208 volte