Aggressioni al personale sanitario: il presidente Leoni a "Unomattina"

“Il violento è violento ovunque, anche in un Ospedale o in un Pronto Soccorso e  quindi per quanto riguarda la protezione degli operatori sanitari , dei  pazienti e dei loro parenti serve un posto di polizia o di sorveglianza con guardie giurate  fisso  in modo che sia garantito un pronto supporto  al personale in servizio in caso di necessità , un impianto di  videosorveglianza ben pubblicizzato a scopo anche di deterrenza , per il personale  i pulsanti di collegamento diretto con la portineria o con un ufficio di polizia e le pattuglie mobili.

Come ulteriore  deterrente deve essere completato l’iter parlamentare per la procedibilità di ufficio per lesioni e violenza nei confronti di operatori sanitari per  garantire e supportare automaticamente coloro che vengono aggrediti in ragione del lavoro svolto, in tale caso  assistere chi soffre,  e non lasciare alla decisione del sigolo la responsabilità della  procedura di una denuncia dopo essere stato vittima di violenza.

È intervenuto così il presidente dell'Ordine Giovanni Leoni, nella sua veste di vicepresidente FNOMCeO, nella puntata del contenitore di Rai 1 Unomattina, andata in onda ieri, mercoledì 23 ottobre 2019, commentando i recenti episodi di violenza contro gli operatori sanitari, di cui si sono registrati 1.200 casi solo nel 2018.

Qui il video dell’intervento.

Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 523 volte