Carenza medici e assunzioni in Veneto: la posizione della SIMEU

«Come Società Scientifica dei Medici e degli Infermieri d’Emergenza denunciamo il rischio di una riduzione della qualità dell’assistenza con l’introduzione in un sistema complesso di una figura di medico con un profilo professionale di scarsa prospettiva, delineato da contratti e coperture assicurative incerte». Questa la posizione espressa dalla SIMEU, Società Scientifica dei Medici e degli Infermieri d’Emergenza (sezione Veneto Trento Bolzano) in merito alla delibera di Ferragosto della Regione Veneto che, per fronteggiare l'ormai cronica carenza di professionisti negli ospedali, propone l'assunzione di 500 medici non specializzati da destinare ai reparti d'emergenza, di medicina e di geriatria. Pur riconoscendo «l’intento di affrontare una situazione divenuta insostenibile in assenza di proposte concrete da parte di altre Istituzioni», la SIMEU chiede «di difendere e sostenere questo modello di medico così faticosamente raggiunto, garanzia di un futuro di continuità che dobbiamo proteggere».

In allegato il comunicato stampa SIMEU

Allegati: 
Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 337 volte