Coronavirus e medici di famiglia: le linee guida della FIMMG Venezia

Giornata di passione, ieri, per i medici di famiglia del territorio veneziano alle prese con l'emergenza coronavirus. Sono loro, infatti, i primi possibili intercettatori del contagio. Dalla sezione veneziana della FIMMG, allora, arrivano le linee guida sui comportamenti da tenere. Sul Gazzettino di Venezia di oggi, martedì 25.02.2020, spiega il fiduciario Lucio Pasqualetto: «Triage telefonico per chi ha sintomi, evitiamo sovraffollamenti negli ambulatori». Poi, però, anche un appello alla calma: «Il fenomeno pare avere dimensioni cliniche meno critiche del previsto».

Intanto sono proprio due medici di famiglia, uno a Mestre e uno in centro storico, a subire la quarantena per essere entrati in contatto nei giorni scorsi con pazienti poi risultati positivi. Dopo gli appelli arrivati dalla FNOMCeO, dunque, maggiori attenzioni e tutele per i lavoratori del comparto sanitario sono state chieste ieri da alcune sigle sindacali - Anpo, AAroi, Cimo, Cisl Medici e Fassid - con una lettera inviata al governatore veneto Luca Zaia.

In allegato il pdf degli articoli

Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 538 volte