Fino alla Linea della Morte - Il sacrificio degli Operatori Sanitari - BMJ

Fino alla Linea della Morte

Al 20 gennaio, 52.000 dipendenti del SSN britannico si sono ammalati di Covid con oltre 850 decessi tra marzo e dicembre 2020; almeno 3000 sono morti negli Stati Uniti. In tutto il mondo, l’impatto del covid sulla salute fisica e mentale degli operatori sanitari è enorme. Tuttavia, in un certo numero di paesi, principalmente in Asia, si è stati capaci di gestire i focolai Covid senza registrare alcuna infezione negli operatori sanitari grazie a misure e sistemi di infection control rigorose.

Proprio per questo non si riesce bene a comprendere come in “occidente” gli operatori sanitari continuino a camminare incontro alla “linea della morte" senza opporre la minima resistenza. Eppure ad inizio pandemia si è registrato un grande entusiasmo popolare a supporto degli operatori sanitari che è culminato negli applausi del giovedì.

Nel corso del tempo, questa manifestazione di affetto è diminuita un po’, ma permane una certa retorica di "amore per l’NHS" e per gli "eroi sanitari", così iperbolica che risulta chiarissimo si tratti di una palese manipolazione. L'implicazione è che se continuiamo a dirti che sei meraviglioso, allora tu dovrai continuare a metterti in pericolo per prenderti cura di noi. Le burocrazie sanitarie sono rigide e scortesi ed esercitano una pressione continua a conformarsi a cui gli operatori sanitari sembrano non riuscire ad opporsi per la paura di essere stigmatizzati come "non all'altezza" e deludere tutti: managers, pazienti e loro stessi.

Finché si perpetua la narrativa che gli operatori sanitari abbiano un obbligo morale di curare i pazienti, indipendentemente da quale sia il rischio per loro stessi, i governi sono convenientemente alleggeriti dall'obbligo di fornire un luogo di lavoro sicuro. Per legge, tuttavia, i dipendenti non sono obbligati a lavorare in un luogo di lavoro non sicuro. Né sono eticamente obbligati a farlo.

Il fatto che credano ampiamente di esserlo è un chiaro successo della campagna di manipolazione psicologica ai danni degli operatori sanitari che dura da decenni e che si è intensificata durante la pandemia. Il torto morale di un danno evitabile agli operatori sanitari colpisce in profondità e occorre riflettere proprio su questo la prossima volta che saremo tentati di incoraggiare i "nostri eroi sanitari" con applausi di convenienza.

Traduzione e adattamento: Marianna Coppola e Carlo Benzoni per Quality Improvement Italia a cui va il nostro ringraziamento - Giovanni Leoni

Fonte BMJ

https://blogs.bmj.com/bmj/2021/01/29/up-the-line-to-death-covid-19-has-revealed-a-mortal-betrayal-of-the-worlds-healthcare-workers/?fbclid=IwAR0IoXbTu3meytXcRUP9tD4fp2-zaCroXgKkE95ABpTqDmwSZoEy4MYHwUY

 

Amministratore
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 93 volte