Il vaccino ci salva la vita: presentata oggi la nuova campagna FNOMCeO

«Vaiolo e difterite, che sono stati drammi veri nella storia dell'umanità, oggi sono soltanto ricordi lontani. E questo solo grazie ai vaccini, una delle più straordinarie scoperte della storia della medicina». Così il ministro della Salute Roberto Speranza ha salutato l'avvio della nuova campagna di sensibilizzazione pro vaccino anti Covid, patrocinata dal suo dicastero, organizzata e presentata oggi, giovedì 30 settembre, dalla FNOMCeO nella sede dell'Ordine nazionale dei Giornalisti e a cui ha partecipato anche con il presidente dell'ODG Carlo Verna.

«Dobbiamo dare ai cittadini informaizoni certe, offrire loro una comunicazione aderente alle verità scientifiche» ha sottolineato il presidente della Federazione nazionale Filippo Anelli, dopo aver condannato gli attacchi e la violenza da parte dei no-vax, di cui sono stati vittime di recente sia i medici sia i giornalisti. 

Manifesti 6 metri x 3, affissi nelle città che aderiranno, alla base della nuova campagna Il vaccino ci salva la vita. Vacciniamoci che sarà diffusa anche sui i canali social, con immagini e brevi clip video. Le immagini fotografiche color seppia sui poster evocano malattie ed epidemie del passato, come il vaiolo, che ha mietuto 300 milioni di vittime solo nel XX secolo. Malattie sconfitte o addirittura eradicate dalla diffusione delle pratiche vaccinali.

«Con questa campagna - ha sottolineato Anelli - vogliamo rammentare l’esempio della difterite e delle terribili epidemie da vaiolo, per ricordare a tutti come la vaccinazione sia una conquista della scienza al servizio dell’umanità e abbia permesso di porre fine a malattie mortali o invalidanti. Come è accaduto in passato per queste malattie, oggi il vaccino contro il Covid-19 ci permetterà di tutelare la vita e la salute di tutti e di uscire finalmente dall’incubo pandemico. Quindi, come medico e cittadino, l’invito che faccio a tutti è di non avere timore, di affidarsi alla scienza e di vaccinarsi».

Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 180 volte