Leoni all'agenzia Dire: «Lockdown per i no vax? Di questo passo servirà»

[Ultimo aggiornamento il 19.11.2021]

Il contagio che torna a salire, la pandemia che torna a pesare sull'attività ordinaria degli ospedali. Una situazione che preoccupa il presidente dell'OMCeO veneziano e vice nazionale Giovanni Leoni che oggi, mercoledì 17 novembre 2021, dichiara all'agenzia di stampa Dire: «La stragrande maggioranza dei ricoverati è di non vaccinati. La diffusione avviene attraverso di loro. Il lockdown per i non vaccinati è la soluzione meno traumatica con una certa efficacia dal punto di vista sanitario».

Le sue dichiarazioni sono già state riprese oggi da alcune testate on line:

Il testo dell'agenzia

Un lockdown per i non vaccinati limiterebbe la diffusione del Covid senza danneggiare eccessivamente l'economia. Ne è convinto il presidente dell'Ordine dei Medici di Venezia, Giovanni Leoni: «Noi adesso viviamo una fase di aumento del contagio - ha spiegato a Dire - la si vede, i numeri sono crescenti. La pandemia torna a pesare sull'attività ordinaria degli ospedali, che ha ancora milioni di prestazioni arretrate da recuperare».

«La stragrande maggioranza dei ricoverati sono i non vaccinati, - ha riferito - i vaccinati che hanno bisogno dell'ospedale sono una quantità residuale. La diffusione avviene attraverso i no vax». Al punto in cui siamo, per Leoni è necessaria una stretta. Potrebbe essere l'obbligo vaccinale, almeno per alcune categorie; la concessione del green pass solo a fronte del vaccino e non più con un semplice tampone; il lockdown per i soli non vaccinati. E quest'ultima «è la soluzione meno traumatica dal punto di vista politico, - ha aggiunto - con una certa efficacia dal punto di vista sanitario. E sarebbe poi uno stimolo concreto ad aumentare il tasso di vaccinazione e ridurrebbe l'impatto a livello economico».

Per Leoni è indispensabile salvaguardare anche l'economia del Paese, «non è possibile adesso che ci sono i vaccini tornare un'altra volta a una stretta pre-natalizia, con tutto quello che comporta- Il green pass ci ha permesso finora di vivere in uno stato di quasi totale libertà e sarebbe assurdo tornare indietro». Con la stagione fredda non basta e «qualcosa, se la diffusione del virus continua con questa velocità, bisognerà per forza considerare».

Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 117 volte