Leoni a Radio Anmil Network: «Nuove restrizioni? Una strada obbligata»

È partito dai dati preoccupanti sulla risalita dei contagi: più di 10mila nuovi casi di Covid, ieri, come non succedeva dall'8 maggio scorso. E poi ancora: 4.060 pazienti ospedalizzati, di cui 486 in terapia intensiva. Ha chiesto anche rispetto per chi si è vaccinato, la maggioranza degli italiani, facendo fino in fondo il proprio dovere e sottolineando come l'interesse del pubblico sia superiore alle libertà del singolo. Ha auspicato, infine, che non si blocchi la mini ripresa economica in atto e lanciato un nuovo appello per l'uso corretto delle mascherine, «un device che ha dimostrato - ha detto - una certa efficacia, proteggendoci l'anno scorso anche dall'influenza. La situazione ora però è critica: nuove restrizioni saranno una strada obbligata». Così il presidente dell'OMCeO lagunare Giovanni Leoni, nella sua veste di vice FNOMCeO, ospite questa mattina di Radio Anmil Network. [I suoi interventi nella prima parte della trasmissione].

 

Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 130 volte