Rientro in classe, presidi all'attacco. Scassola: «Fare ordine o tra qualche mese sarà il caos»

A scuola appena iniziata, lunedì scorso, si accende un confronto tra presidi e mondo sanitario. Uno starnuto in classe fa scoppiare il panico sulla responsabilità sanitaria degli allarmi. Inapplicabili, secondo i presidi, le linee guida dell'Istituto Superiore di Sanità. Sul Corriere del Veneto in edicola oggi, venerdì 18 settembre 2020, il vicepresidente dell'OMCeO veneziano Maurizio Scassola si appella al buon senso e dice alla giornalista Gloria Bertasi: «Bisogna fare ordine: la situazione non si risolve con i certificati di medici di base e pediatri».

In allegato il pdf dell'articolo

Allegati: 
AllegatoDimensione
PDF icon RientroScuolaScassola_CorVeneto18.09.2020.pdf633.96 KB
Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 191 volte