Il benvenuto ai giovani colleghi e qualche utile consiglio pratico

Da qualche anno ormai in primavera è tradizione dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Venezia dedicare una serata d’accoglienza a neoiscritti all’albo. Qualche ora riservata ai giovani colleghi in cui i presidenti e l’intero staff dell’OMCeO – segreteria e consulenti – danno il benvenuto a chi si affaccia per la prima volta alla professione.
Tanti gli obiettivi dell’iniziativa: spingere i giovani medici e odontoiatri a mantenere intatto il loro entusiasmo e l’orgoglio di appartenere alla categoria, aiutarli nel passaggio, a volte traumatico, dall’età degli studi alla vita lavorativa, affiancarli nel sopportare lo stress e i traumi che inevitabilmente la professione porta con sé, motivarli a essere parte attiva della vita dell’istituzione, che ha sempre bisogno della loro freschezza e della loro energia, fornire strumenti utili e indirizzarli nelle prime fasi della loro carriera. La serata d’accoglienza, insomma, serve a farli sentire parte di qualcosa di più ampio.

Il benvenuto dei presidenti
«Cara/o Collega,
benvenuto in questa nuova grande famiglia. Il periodo in cui entrate a pieno titolo nel ruolo di medici chirurghi o di odontoiatri è il più cupo che io mi ricordi, inutile negarlo, ma è anche un momento in cui la spinta ideale di ognuno di noi emerge e ci distingue da ogni professionista.
Il sacrificio sul campo di tanti colleghi ha ricordato a tutti le basi etiche e morali fondamentali della nostra professione.
In questo contesto storico non è necessario ricordare i grandi maestri del passato, gli esempi sono contemporanei e tutti noi dobbiamo onorare nel nostro lavoro quotidiano la memoria dei nostri colleghi con i nostri atti e comportamenti.
Sul sito della Federazione Nazionale c’è un elenco di medici ed odontoiatri che hanno perso la vita in questo periodo continuando a fare il loro lavoro sempre e comunque, iniziate la vostra carriera andando a visitare questo luogo immateriale senza tempo ed onorateli con un vostro momento di riflessione sui valori più grandi della nostra professione.
Ringrazio le vostre famiglie che vi hanno sostenuto negli studi anche nei momenti più difficili e a prezzo di tanti sacrifici, anche economici, e che vi hanno educato nei vostri comportamenti formali. È probabilmente seguendo le loro indicazioni che troverete lo stile personale adeguato nel rapportarvi con i pazienti, caratterizzato da competenza professionale, attenzione per chi soffre e una dotazione di pazienza tendente all’infinito.
Avete superato molte prove ora potete iniziare la professione che avete sempre sognato ma vi raccomando la massima prudenza e la ricerca di una guida adeguata per i vostri primi passi nella professione.
Il rapporto Maestro – Allievo per noi è fondamentale e durante la vita professionale cambierete il ruolo senza quasi accorgervene, il rapporto fra colleghi sarà di grande aiuto nei dubbi che comprensibilmente tutti noi abbiamo, e vengono dal profondo della nostra coscienza.
Continuate a studiare ogni giorno, la bellezza della personale evoluzione intellettuale è un conforto importante nella vita quotidiana.
Con la laurea è solo finito un ciclo, lo studio è appena cominciato, ma adesso avete una base culturale comune per comprendervi fra pari.
La vita di ognuno di noi non è infinita, impiegatela bene, per la la maggior parte del tempo la passerete lavorando, ma, cosa quasi incredibile, voi ne sarete contenti.
In queste pagine troverete alcuni indicazioni, regole e consigli frutto della collaborazione dei nostri Consiglieri e della nostra Segreteria. L’Ordine è a vostra disposizione per quesiti e problemi: contattateci preferibilmente via mail e faremo il possibile per per aiutarvi».
Giovanni Leoni, Presidente OMCeO Venezia – Vicepresidente FNOMCeO

«Care/i colleghi,
nonostante il “momento” il pensiero che vi rivolgo è positivo e di benvenuto.
Credo che il gruppo nei momenti di emergenza offra l’opportunità al singolo di sentirsi appartenente e protetto. Per questo ho sempre sostenuto l’importanza della colleganza, intesa come condivisione piena nella sua accezione professionale e formativa.
Oggi questo valore è ancora più autentico e assume un senso concreto nei gesti di aiuto che, a vario titolo, ognuno manifesta nei confronti del colleghi, rinforzando quel senso di familiarità che risulta supportivo. Vi invito quindi a trarre una positività da tutto questo, come opportunità di crescita professionale ed umana, consci che tutto ciò porterà a rinsaldare o a generare amicizie vere e durature nel tempo.
Quindi sfruttate questo vantaggio anche avvicinando i colleghi più avanti negli anni, portando il vostro entusiasmo e la vostra gioventù e prendendovi la nostra “maturità” ed esperienza. L’unione di questa potenzialità sarà generatrice di grandi opportunità per tutti noi.
In attesa di un contatto in presenza un caro in bocca al lupo a tutti».
Giuliano Nicolin, Presidente CAO OMCeO Venezia

I consigli
Dato che quest’anno, purtroppo, l’emergenza sanitaria legata a Covid-19 e le misure di contenimento per contrastare la diffusione del virus non consentono, almeno per ora, questo primo significativo incontro di persona, abbiamo raccolto qui alcuni utili consigli pratici, improntati alla concretezza, nella convinzione che non tutto sia scontato per i colleghi più inesperti.

Questi i servizi offerti agli iscritti dall’Ordine veneziano:

PEC – Posta Elettronica Certificata
La PEC è un sistema di posta elettronica, che può contenere qualsiasi tipo di allegato, che ha lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno e attesta l’invio e la consegna di documenti informatici. Dal primo luglio 2013 le comunicazioni tra imprese e pubblica amministrazione devono avvenire solo via PEC, le comunicazioni in forma cartacea non sono più accettate.

L’Ordine rilascia la PEC gratuita a tutti i medici ed odontoiatri iscritti, grazie a una convenzione con Aruba per avere questo servizio. Tramite il codice convenzioni che viene consegnato all’atto dell’iscrizione è possibile attivare la propria casella di posta elettronica accedendo al sito di Aruba https://manage.pec.it/Convenzioni.aspx. Dopo aver verificato la presenza del proprio nominativo nel sito https://portale.fnomceo.it/cerca-prof/.

Prime consulenze gratuite
L’Ordine fornisce una serie di prime consulenze gratuite ai propri iscritti:

  • consulenza fiscale del commercialista dell’Ordine, dott. Piero Cagnin
  • consulenza legale con l’avvocato Giorgio Spadaro
  • consulenza assicurativa con il broker, dott. Ferdinando Barracano.

Per fissare un appuntamento con uno di questi professionisti deve essere contattata la segreteria dell’Ordine. Il servizio consiste in un primo appuntamento telefonico o di persona per avere una prima opinione gratuita in merito alle questioni poste.

Il consulente fiscale dell’Ordine offre inoltre il servizio gratuito di apertura della Partita Iva a tutti i neo-iscritti. A questo link: https://www.ordinemedicivenezia.it/sites/default/files/pagina/files/Richiesta%20apertura%20Partita%20Iva.doc è possibile trovare il modulo per la richiesta da inviare alla Segreteria dell’Ordine.

Sistema Tessera Sanitaria (TS)
Nella sezione modulistica del sito dell’Ordine è disponibile il modulo per il rilascio delle credenziali per l’accesso al sistema Tessera Sanitaria. Lo trovate a questo link: https://www.ordinemedicivenezia.it/sites/default/files/pagina/files/RICHIESTA%20PIN_SISTEMA%20TS.pdf

I medici, dato che prescrivono ricette del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), sono censiti nel Sistema TS dalle Aziende Sanitarie, mentre i medici che non esercitano nell’ambito del servizio pubblico e gli odontoiatri sono inseriti dall’Ordine tramite il collegamento ai rispettivi Albi dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri. I medici e gli odontoiatri liberi professionisti possono accedere al Sistema TS con le proprie credenziali che vengono rilasciate dall’Ordine.

Disponibilità alle sostituzioni
Nel sito dell’Ordine al link https://www.ordinemedicivenezia.it/sites/default/files/pagina/files/DISPONIBILITA%20SOSTITUZIONI.doc è disponibile il modulo da compilare per essere inseriti nell’elenco dei medici disponibili a svolgere sostituzioni.

Certificazioni
Con la registrazione ai servizi online del sito https://omceove.irideweb.it/ c’è la possibilità di avere il certificato di iscrizione all’Ordine on line e un modello di autocertificazione già precompilato con i propri dati.

Annunci in bacheca
Sempre dall’area servizi è possibile chiedere l’inserimento di un annuncio nella bacheca compilando un format. Per vedere questo format è necessario essere registrati. Il modulo “Richiesta Inserimento Annuncio” è disponibile nell’area modulistica (link: https://www.ordinemedicivenezia.it/modulistica).

ENPAM
Dopo aver inviato la comunicazione all’ENPAM, la cassa previdenziale dei medici e degli odontoiatri, dell’avvenuta iscrizione all’Ordine, nel giro di qualche settimana l’Ordine riceve dall’ente il codice ENPAM dell’iscritto, con il quale è possibile accedere all’area riservata del sito www.enpam.it e avere tutti i servizi forniti on line dall’ente di previdenza.

Timbro professionale per ricette
Lo scopo del timbro è quello di rendere identificabile il medico prescrittore. Le informazioni minime per rendere riconoscibile il medico prescrittore e identificabile il timbro sono:

  • Nome e Cognome
  • Qualifica
  • Numero di iscrizione al proprio Ordine.
  • Esempio: Rossi dott. Mario, Odontoiatra/Medico, OMCeO Ve iscr. n. 0000.

Inserire il numero di cellulare – è buona prassi non indicare il numero personale ma attivare una SIM ad hoc – è una buona idea se si vuole essere rintracciati dai propri pazienti o dalle farmacie, perché, soprattutto agli inizi, può capitare che qualche ricetta non venga compilata correttamente.

Se si utilizzerà il timbro anche a fini fiscali, per le fatture, vanno inseriti anche indirizzo, codice fiscale o partita IVA. Per salvaguardare la propria privacy, si consiglia di avere due timbri differenti da utilizzare per ricette e fatture. Il "timbro fiscale" si può evitare se per le fatture si utilizzano dei prestampati personalizzati che contengano già le proprie generalità.

La Borsa del Medico
Cosa inserire nella Borsa del Medico dipende dal tipo di attività che si è chiamati a svolgere: le necessità variano tra medico di Continuità Assistenziale, medico di Medicina Generale, medico presente agli eventi (sportivi o di altro genere) o attivo nel campo dell’emergenza.

Questi, però, gli strumenti indispensabili e trasversali a tutte le attività:

  • Sfigmomanometro
  • Stetoscopio
  • Abbassalingua (spesso forniti negli ambienti di lavoro)
  • Termometro
  • Lampadina
  • Martelletto per riflessi e otoscopio
  • Maschera per la ventilazione (pocket mask)
  • Pulsossimetro

Potrebbero essere utili anche:

  • Glucometro
  • Stick per l’esame urine
  • Siringhe (2,5 – 10 ml)
  • Disinfettante
  • Cerotto a nastro
  • Garze sterili
  • Guanti in lattice
  • Farmaci: da tenere solo ciò che si conosce e si sa usare.

Controllare spesso il contenuto della borsa: rimpiazzare i materiali usati e scaduti, non tenere la borsa in auto nei climi troppo caldi o troppo freddi.

Fondamentale, poi, per chi si è appena iscritto all’Albo e si avvia alla professione sentire l’Ordine come una seconda casa. In tante occasioni, infatti, i presidenti Giovanni Leoni e Giuliano Nicolin hanno sottolineato come «l’Ordine debba essere per i giovani come a una seconda famiglia piena di persone, colleghi più esperti e consulenti, pronte ad aiutarli in caso di difficoltà o se hanno bisogno di consigli. Non devono avere timori né imbarazzi: siamo qui per loro».

Faro illuminante di tutta l’attività di un medico e di un odontoiatra resta poi il codice di deontologia professionale. «Da leggere – ripete spesso il presidente Leoni – e farne tesoro. Deve diventare la bussola cui affidarsi nelle scelte. Perché il “Viaggio” che si inizia darà grandi soddisfazioni, ma chiederà inesorabilmente anche tanti sacrifici. Nel fare il medico le responsabilità vengono sempre prima dei privilegi».

Attiva, infine, all’OMCeO veneziano anche una commissione Giovani Medici e Odontoiatri, guidata dal dottor Andrea Zornetta, che si fa carico proprio del confronto costante con le nuove leve e che ha messo a loro disposizione due documenti, uno per tutti gli iscritti, uno specifico per i dentisti, in cui oltre ai servizi resi dall’Ordine si affrontano anche altri temi cruciali per chi si avvia alla professione: dalla copertura assicurativa alla formazione, dalle differenze tra le istituzioni professionali alle modalità di redazione di un certificato. Strumenti molto pratici per chi muove i primi passi nel mondo del lavoro, da avere sempre a portata di mano e in continuo aggiornamento da parte di una commissione aperta a tutti e che aspetta il contributo di tutti.

Servire, essere d’aiuto, condividere l’esperienza: questo, insomma, ciò che l’OMCeO veneziano vuole trasmettere ai giovani colleghi che vanno accompagnati e sostenuti. Perché sono loro il futuro della professione.

Segreteria OMCeO Venezia
Giovanni Leoni, Presidente OMCeO Venezia – Vicepresidente FNOMCeO
Giuliano Nicolin, Presidente CAO OMCeO Venezia
Andrea Zornetta, Presidente Commissione Giovani OMCeO Venezia
Luca Barbacane, Segretario OMCeO Venezia
Chiara Semenzato, giornalista OMCeO Venezia

NOTE

Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Giovani Medici
Pagina visitata 391 volte