Odontoiatri, liberi professionisti e pensionati ancora in attesa di vaccino. I dati preliminari del questionario

Secondo i dati di chi ha risposto al sondaggio, 2 medici e odontoiatri su 3 nel territorio veneziano sono già stati vaccinati contro il Covid-19. Nel 33% ancora in attesa della somministrazione la grande maggioranza, circa l’86%, è composta da odontoiatri, liberi professionisti e pensionati.
Questi i risultati preliminari del questionario messo a punto dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Venezia e inviato a tutti gli iscritti, 4.157 in totale, lo scorso 11 febbraio per scattare una fotografia quanto più precisa possibile sullo stato dell’arte delle vaccinazioni ai camici bianchi e per essere di supporto alle due aziende sanitarie territoriali, Ulss 3 Serenissima e Ulss 4 Veneto Orientale, per fornire loro gli elenchi dei colleghi non legati direttamente alle AULSS e che ancora non sono stati convocati per il vaccino.

Clicca qui per vedere i risultati nel dettaglio

Risultati preliminari
Sono 1.263 i questionari compilati fino al pomeriggio di oggi, mercoledì 17 febbraio 2021, ma i dati e i grafici preliminari sono stati analizzati e preparati su 1.157 questionari arrivati dai medici e odontoiatri veneziani. I colleghi che hanno partecipato e hanno l’Ulss 3 Serenissima come azienda sanitaria di riferimento sono il 72% del totale, il 18% appartiene invece all’Ulss 4 Veneto Orientale. C’è poi un 10% di chi ha risposto che ha lasciato vuoto questo campo: tra loro anche giovani neolaureati o specializzandi ancora in attesa di avviare la propria attività lavorativa (nella tabella dei dati le percentuali salgono all’80% per l’Ulss 3 Serenissima e al 20% per l’Ulss 4 Veneto Orientale perché sono considerate solo le 1.039 risposte espresse).

Chi sono i vaccinati
Alte le percentuali dei vaccinati: in totale il 67% di chi ha risposto ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino, percentuale confermata nell’Ulss 3 Serenissima, il 58%, invece, nell’Ulss 4 Veneto Orientale. Dai dati rilevati nel territorio di riferimento dell’azienda guidata da Giuseppe Dal Ben il 32,5% dei vaccinati è composto da dentisti e liberi professionisti, seguono i medici di famiglia, pediatri, guardie mediche e specialisti ambulatoriali con il 32% e i dipendenti, cioè il personale ospedaliero, al 26%. Fanalino di coda i pensionati: meno del 4% i vaccinati.
Nell’azienda sanitaria condotta, invece, da Carlo Bramezza, chi ha già ricevuto il vaccino è per lo più legato alla medicina generale, quasi il 30%, seguono gli ospedalieri, oltre il 28%, e gli odontoiatri e i liberi professionisti, poco più del 23%. Anche qui penalizzati i medici pensionati fermi a poco più del 3%.

Dentisti, liberi professionisti e medici pensionati ancora in attesa
Tra chi ha compilato il questionario, sono ancora in attesa di essere convocati per la prima vaccinazione anti Covid-19:

  • il 50,7% degli odontoiatri e dei liberi professionisti e il 35,6% dei pensionati per l’Ulss 3 Serenissima;
  • il 60,2% degli odontoiatri e dei liberi professionisti e il 26% dei pensionati per l’Ulss 4 Veneto Orientale.

Tra chi non è stato ancora vaccinato, la grande maggioranza non è ancora stata contattata dall’azienda sanitaria per fissare un appuntamento:

  • a livello generale, sommando le due Ulss insieme, l’82% dei colleghi che hanno risposto al sondaggio sul tema “convocazione” non ha ancora ricevuto comunicazioni;
  • l’81% nell’Ulss 3 Serenissima;
  • l’87% nell’Ulss 4 Veneto Orientale.

Anche in questo caso, si tratta per lo più di odontoiatri e liberi professionisti – il 45% per l’Ulss 3 e il 56% per l’Ulss 4 – e di pensionati, il 43% e il 30%.

I dati preliminari del questionario, insomma, mostrano come, pur essendo stato fatto un grande lavoro sul fronte vaccini anti Covid-19 nel territorio veneziano per medici e odontoiatri, è necessario completare la vaccinazione per tutti i colleghi in attività a vario titolo esposti quotidianamente al contagio.

Per il massimo supporto agli iscritti – in particolare ai liberi professionisti e ai colleghi pensionati ma ancora in attività, che più di altri hanno riscontrato difficoltà di accesso ai vaccini – l’OMCeO veneziano fornirà gli elenchi aggiornati dei soggetti che hanno risposto al questionario in attesa di tale procedura alle due aziende sanitarie locali, che potranno così contattare direttamente i singoli professionisti.

Fondamentale in questi tempi di emergenza e di pandemia è quindi la sinergia tra enti e istituzioni, in tale caso la fornitura dei contatti dei colleghi ancora senza vaccinazione.

Il questionario resterà accessibile per gli iscritti ancora per tutta la settimana, poi aggiorneremo i risultati .

Cari saluti a tutti.

Giovanni Leoni, Presidente OMCeO Venezia – Vicepresidente FNOMCeO
Chiara Semenzato, Responsabile Ufficio Stampa OMCeO Venezia

Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Notizie medici
Pagina visitata 812 volte